Gruppo Abruzzo - Amici Ricettività extra-alberghiera -Pagina 1

Aggiornamento 09/11/2019

   

 

 

 

     Segui il Gruppo anche su  Facebook      

    Pagina 1 di 3        

 

 

 
      

Le news - Aggiornamento al 09/11/2019 

La colazione nei B&B,  gli interventi di ANBBA 

in campo regionale per migliorare il regolamento

Una storia  che intorta  !!!  

Vai alla notizia  

 

Melodie all'alba sulla "Costa dei Trabocchi" 

Vai alla notizia  

 

La ristorazione nei B&B : ANBBA spiega  le nuove regole 

Vai alla notizia  

 

"Rene e... arene":

Valeria Marini madrina della manifestazione di solidarietà e prevenzione

Vai alla notizia  

 

Regione Abruzzo - 

Fatta chiarezza su colazioni e somministrazione di alimenti

Vai alla notizia  

 

Proroga Convenzione SIAE - ANBBA  fino al 31/12/2019 -

Canone ridotto soci ANBBA

Vai alla notizia  

 

Bed & Breakfast, anche in Abruzzo si costituisce l'Associazione ANBBA

Notizia su  VirtùQuotidiane 

 

Le nuove regole per la colazione nei B&B - Adempimenti e complicazioni

Via alla pagina speciale

 

 

 


  Le origini e la storia 

L'Abruzzo fu popolato sin dall'età della pietra da gruppi che si erano stanziati lungo la valle dei fiumi Tronto, Vibrata e Sangro, nella conca di Sulmona e in quella del Fucino. La maggior parte dei ritrovamenti Archeologici effettuati risale, però, alle epoche successive. In particolare, reperti dell'età del bronzo sono stati rinvenuti nella zona di Conelle-Ortucchio nel bacino del Fucino, e resti dell'età del ferro nelle vicinanze di Atri, Loreto, Aprutino e Capestrano. 

LE POPOLAZIONI ITALICHE
Fra l'VIII e il IV secolo a.c. la regione era abitata da gruppi di pastori, tutti di stirpe sannitica. Queste popolazioni si chiamavano Marsi, Peligni, Pretuzi, Marrucini, Vestini, Equi e abitavano in città cinte da mura fortificate, al cui interno si trovavano grandi santuari: era qui che le comunità, dopo essersi riunite, prendevano le più importanti decisioni politiche e militari. Da alcune testimonianze archeologiche pare che le armature dei soldati fossero costituite da una spada corta, da una lancia e da due dischi metallici, posti uno sul petto e l'altro sulla schiena per proteggere il cuore.

IL DOMINIO DI ROMA

Dopo dure e lunghe guerre chiamate "guerre sannitiche", i Romani tra il IV e il III secolo a.c. assoggettarono le popolazioni che vivevano nella regione: l'Abruzzo divenne, così, parte integrante dello Stato romano che si stava ingrandendo sempre di più. Fra le diverse opere realizzate in questo territorio ci furono teatri, anfiteatri, terme e numerose strade che collegavano l'Abruzzo con Roma e con le altre parti dell'Impero. I Romani tentarono anche di prosciugare il Fucino per ricavare altre terre coltivabili impiegando nella grandiosa opera ben 30.000 schiavi.

LONGOBARDI, FRANCHI E NORMANNI

Tramontato l'Impero romano, l'Abruzzo conobbe le terribili invasioni dei popoli barbari e la dominazione dei Longobardi che divisero il territorio in sette feudi chiamati "gastaldati". Furono poi i Franchi a dominare la regione fino al XII secolo e a darle il nome di Marsia. Durante questo periodo le coste erano esposte alle incursioni dei terribili pirati Saraceni. Con l'occupazione normanna, infine, la regione fu unita al Regno di Sicilia, che comprendeva tutta l'Italia meridionale.

SVEVI, ANGIOINI E SPAGNOLI

Nel XIII secolo, Federico II, della dinastia degli Svevi succeduta a quella normanna nella dominazione del Regno di Sicilia, volle unificare il territorio abruzzese diviso tra le potenti signorie feudali. Dopo la dominazione degli Angioini, che durò fino agli inizi del XV secolo, arrivarono gli Spagnoli. Questo fu per la regione uno dei periodi peggiori della sua storia dopo quello delle invasioni barbariche. Sotto il cattivo governo spagnolo l'Abruzzo fu considerato nulla di più che una regione di confine; l’Aquila, che era diventata una bella e fiorente città, perse rapidamente importanza, ridotta a semplice roccaforte militare; inoltre la terra venne abbandonata a se stessa e le montagne si riempirono di briganti. Soltanto le città della costa riuscirono a migliorare le loro condizioni economiche grazie al commercio con i territori veneziani al di là dell'Adriatico. Con la dominazione borbonica, che durò dal XVIII al XIX secolo, la vitalità della regione riprese vigore; furono portate avanti le opere di bonifica del Fucino, vennero costruite nuove strade, si cercò di incentivare l'economia. Nel 1860, infine, l'Abruzzo entrò a far parte del nuovo Regno d'Italia.

Fonte : http://www.tour-italia.com/Abruzzo/Abruzzo-Storia.html

La Regione  

 

Abruzzo fra cielo, terra e mare 

 

 

Gli antichi borghi - Pacentro

 


  

Pagina in continuo aggiornamento 

 

 

 

Elenco Strutture facenti parte del Gruppo Terre d'Abruzzo 
Nome struttura - Indirizzo 

1

B&B LA CONCHIGLIA - bed and breakfast
Francavilla al Mare
 

2

B&B LA GIUGGIOLA - bed and breakfast
Lanciano
 

3

PALAZZO PULIERI - affittacamere
Altino
 

4

RESIDENZA ALCYONE B&B - bed and breakfast
Francavilla al mare
 

5

PONTE DEL MARE ART GALLERY - bed and breakfast
Pescara
 
 

6

VILLA CONSORTI - bed and breakfast
Villa Rosa di Martinsicuro
 

 

B&B il Glicine Angolo di Paradiso -  Piazza G. Marconi, 3 - Chieti

8

Il Country il mare

Bed and breakfast

Via delle Lampare,15 - Teramo 

 

9

 

L'Aquila del Parco

Bed and breakfast

Via Colle Rosso , 26

L'aquila 

 

10

La Suite B&B Alba Adriatica

Via Duca D'aosta 93

Teramo

www.bblasuite.it

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Strutture facenti parte del Gruppo Terre d'Abruzzo 
Nome struttura - Indirizzo 

11

B&B ALBORADA

Contrada Riomoro n. 64

Teramo

www.bbalborada.it

 

 12

 Alba d'Abruzzo

Bed and breakfast

Via Abruzzo, 21 

Teramo 

www.bbalbadabruzzo.it

 
   
13

B&B "La Torretta d' Meddjul"

via delle Messi 4

Teramo 

14

B&B Trabocchi

Contrada San Fino, 68

Chieti 

www.bedandbreakfasttrabocchi.it

15

La dimora di Tommaso

Via Morosini , 35 - 66026 Ortona

https://bbladimoraditommaso.
business.site/

16

B&B Zio Giò
Via Basilio Cascella, 8 -
65129 Pescara (PE)

http://www.ziogio.it/