EMERGENZA CORONAVIRUS

 

Aggiornamento del 04/04/2020 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMUNICATO del  29 marzo 2020

 

 

Nel ringraziare tutti voi che numerosi  seguite tutto quanto sta facendo la nostra Associazione per il comparto extra-alberghiero per il dramma coronavirus, ci teniamo a comunicarvi che già oltre  6 giorni fa , ANBBA ha fatto pervenire alle forze politiche , sia di maggioranza,   che di opposizione, non prima di esserci confrontati con i nostri associati ,  proposte concrete elaborate dal nostro comitato scientifico e ribadite  successivamente dopo la pubblicazione del DL n.19 del 25/03/2020 (entrato in vigore  in data 26 u.s. ) con invio delle proposte , al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte , al Ministro del Turismo On. Dario Franceschini,  nonchè al Ministro del  MiSE On. Lorenzo Patuanelli ,  con istanze di modifica di alcune parti del  Decreto “Cura Italia”  relativamente al settore extra-alberghiero , completamente ignorato soprattutto in considerazione del fatto che specialmente per le attività a gestione non imprenditoriale è per molte famiglie   unico sostentamento economico  e garanzia di una dignitosa esistenza. 

Le proposte inviate in sunto alle istituzioni  , sono state nel loro dettaglio oggetto di pubblicazione nell’Area Soci del sito ANBBA  precedute  da una comunicazione preventiva tramite un bollettino informativo inviato , come di consuetudine a tutti gli associati. Tutti coloro che per varie ragioni non hanno ricevuto la comunicazione via e-mail sono pregati per informarsi di accedere all’Area Soci stessa e,  nell’ipotesi di smarrimento delle credenziali di accesso di richiederle subito scrivendo a
supportotecnico@anbba.it o info@anbba.it .

Per far si che le Istituzioni  si attivino con rapidità per mettere in campo aiuti economici e  tutti quegli strumenti  di sostegno necessari al  nostro comparto  oltremodo penalizzato e che non potrà rivedere ,  stante la drammatica  situazione,  una ripresa delle attività in un termine relativamente breve , il Consiglio Direttivo di ANBBA  ha deciso di provvedere ad istituire attraverso le proprie piattaforme  una serie di conferenze in diretta  a partire da

 Martedì 31 alle ore 18,00,  giorno in cui verrà tenuta una prima conferenza in diretta sul nostro canale FACEBOOK

 

 

Vi attendiamo !!!

 

Il Consiglio Direttivo ANBBA

La lettera di  Giacomo Trovato

Country manager di Airbnb Italia

 

Care host, cari host, sono Giacomo Trovato, sono il country manager di Airbnb Italia e sto registrando questo messaggio dal mio soggiorno. Abbiamo, infatti, chiuso l’ufficio la settimana scorsa, attenendoci alle indicazioni delle autorità italiane di stare a casa. Ci tengo a esprimervi la mia vicinanza e quella di tutto il team italiano in un momento così difficile: tante persone colpite dalla malattia; tutti noi privati di libertà a cui siamo abituati; e voi, che ospitavate viaggiatori di tutto il mondo, avete oggi le case vuote e soffrite un danno economico importante. In questa prima fase della crisi abbiamo dovuto rispondere rapidamente alla crescita del contagio in Italia: 20 casi il 21 febbraio, oltre 12.000 oggi. Per farlo ci siamo concentrati innanzitutto nel fornire ai viaggiatori informazioni puntuali sulle condizioni sanitarie di tutti i Paesi in cui operiamo. Abbiamo, inoltre, adeguato le nostre politiche sulle circostanze attenuanti alla veloce diffusione del contagio, così da tutelare la salute della nostra comunità, guest e host. Nonostante io riconosca la difficoltà di questo momento, mantengo però uno sguardo ottimista sul futuro: questa non è la prima crisi che il settore del turismo si trova ad affrontare. La stessa Airbnb è nata nel 2008, l’anno di una delle peggiori crisi economiche di sempre. Il turismo ha superato quella crisi e supererà questa, perché viaggiare è insito nell’animo dell’essere umano e perché grazie a voi, come è già successo in passato, riusciremo a far scoprire ai viaggiatori la dimensione più autentica e genuina del nostro Paese. Nelle prossime settimane saremo impegnati su due fronti: da un lato continueremo a sensibilizzare le autorità nazionali e locali sulle misure da mettere in atto per sostenere gli operatori del settore extra-alberghiero. È quello che è successo, ad esempio, qualche giorno fa, quando abbiamo propiziato un incontro al Ministero del Turismo con una rappresentanza degli host italiani. Dall’altro stiamo già elaborando un piano per rilanciare il settore: vogliamo investire nostre risorse per incentivare i viaggiatori a visitare l’Italia e tornare ad occupare le vostre case. Chiudo ringraziandovi ancora una volta per quello che avete fatto, per quello che farete; ed esprimendovi la nostra vicinanza. Ci sentiremo nei prossimi giorni con altri aggiornamenti. Per il momento, un caro saluto da parte mia.

Grazie.

 

 

 

 

SOSTENETE ANBBA !!!

 

Per diffondere le nostre proposte e le

 

le azioni per l’emergenza CORONAVIRUS

 

In area soci è stato postato un questionario o form per il rilevamento del danno economico nelle strutture extra-alberghiere  . Si invitano tutti i soci a compilare il questionario nel più breve tempo possibile affinchè  ANBBA possa individuare   e suggerire alle Istituzioni le misure più efficaci per indennizzare i gestori per i danni economici subiti. ANBBA fornirà inoltre un valido supporto per assistere i propri soci  in tutta la parte burocratica che  verrà indicata nei vari Decreti che il Governo ha già emanato o che emanerà nei prossimi giorni.

ANBBA inoltre fa appello a tutti i gestori delle strutture ricettive extra-alberghiere  di collaborare con ANBBA e di fornire ad essa un valido supporto economico atto a sostenere le proposte che andrà a fare con la massima celerità  nelle sedi istituzionali più opportune oltre a quelle che ha già fatto per  sensibilizzare le forze politiche che peraltro si sono già attivate in tal senso.

Aderisci alla campagna ANBBA  nuovi soci “emergenza coronavirus”

 

AVVISO IMPORTANTE - Tutti coloro che sosterranno ANBBA con le nuove iscrizioni all’Associazione,  la quota  associativa  sarà ridotta a Euro 100  fino al 30 aprile p.v.

Si ricorda che una volta effettuato il versamento su apposito IBAN (https://www.anbba.it/coordinate-bancarie-anbba ) , è necessario compilare il form  di iscrizione  per ricevere le password per accedere all'Area Soci  e inviare il modello di indagine "emergenza coronavirus" -   danni economici alle strutture ricettive extra-alberghiere.

Per ulteriori informazioni scrivere a info@anbba.it

Link diretti per associarsi :

https://www.anbba.it/associarsianbba

https://www.anbba.it/associarsianbbalt

 

 

 

I dati che verranno presi in considerazione saranno solo quelli provenienti dai soci ANBBA alla data  dell'invio del form

e

a tutti coloro che avranno  inviato il form , ANBBA fornirà tutta l'assistenza necessaria per l'attivazione delle pratiche burocratiche

per l'ottenimento dei sussidi  o sgravi fiscali che il Governo metterà in atto di supporto al

comparto extra-alberghiero in totale crisi.

 

 

 

 

 

 

Risultati del monitoraggio dei danni da CORONAVIRUS 

Aggiornamento 10 marzo 2020

Provenienza delle risposte divise per tipologia di struttura,

su un campione di 100

Bed and BreaKfast

42,19%

Affittacamere professionale

18,75%

Casa Vacanza non professionale

15,63%

Casa Vacanza professionale

14,06%

Locazione turistica

6,25%

Locazione turistica professionale

0,00%

Bed and Breakfast professionale

3,13%

 

Percentuali delle risposte pervenute per Regione,  su campione di 100

 

 

 

Abruzzo

7,81%

Basilicata

0,00%

Calabria

0,00%

Campania

7,81%

Emilia-Romagna

1,56%

Friuli-Venezia Giulia

0,00%

Lazio

43,75%

Liguria

0,00%

Lombardia

15,63%

Marche

6,25%

Molise

1,56%

Piemonte

0,00%

Puglia

3,13%

Sardegna

0,00%

Sicilia

0,00%

Toscana

10,94%

Trentino-Alto Adige

0,00%

Umbria

0,00%

Valle d'Aosta

0,00%

Veneto

1,56%

 

ATTENZIONE !!!  - Gli aggiornamenti e le notizie  vengono di volta in volta aggiunte in fondo a questa pagina 

Le prime misure per il TURISMO nel decreto legge  "coronavirus" Ne seguiranno altre - ANBBA ha già proposto e inviato alle forze politiche azioni mirate per i danni economici che sta avendo l'intero comparto.

Il comparto turismo , sia extra-alberghiero,  che alberghiero,  sta entrando in crisi per il “coronavirus”.

 

Le notizie diffuse da TV e giornali e soprattutto quelle  che rimbalzano sul web,  come bollettini di guerra,  stanno allarmando la popolazione a dismisura creando panico ovunque  e anche il nostro settore sta entrando in crisi profonda in quanto,  le strutture da noi tutelate , stanno ricevendo  continue disdette di prenotazioni.

ANBBA si sta attivando  a Roma nelle sedi opportune per sensibilizzare le forze politiche ad intervenire in sostegno del comparto e nello stesso tempo fa appello a tutti i gestori  delle attività ricettive sia già registrate ad ANBBA ma soprattutto a tutti coloro che  non hanno una tutela rappresentativa , di confluire in ANBBA per far si che lo nostra voce sia potente soprattutto  in numeri. L’appello è rivolto anche a tutte le tantissime Associazioni locali affinchè  si confrontino con i nostri organi direttivi per far si che gli appelli arrivino con un messaggio univoco forte e chiaro per affrontare compatti questa EMERGENZA che rischia di creare una crisi economica di vaste portate che non può essere ignorata dagli organi istituzionali.  ANBBA  , per ricevere notizie reali dai vari territori e  dare le indicazioni e per sottoscrivere nuove adesioni  ha attivato una speciale casella mail  : emergenzacoronvirus@gmail.com e emergenzacovid19@anbba.it  a cui tutti possono scrivere liberamente.  Le nostre azioni  potranno essere seguite sia sul nostro sito che sulle varie pagine social sia nazionali che regionali di ANBBA. A conclusione si informa che nelle prossime ore l’ex ministro Sen Gian Marco Centinaio  chiederà in aula al Senato la creazione di una “task force” con proposte concrete per far fronte all’emergenza del comparto.

Cesare Gherardi

Direttore Area Tecnica di ANBBA

 

 Riceviamo già  le prime reazioni alle nostre richieste e pubblichiamo un primo comunicato stampa  che ci è stato trasmesso per conoscenza.

Roma, 25 feb. - "La Lega sta predisponendo un importante piano strategico per consentire al settore turistico italiano di salvare le sue eccellenze e i suoi posti di lavoro che la diffusione del coronavirus sta mettendo in serio pericolo. Presenteremo domani le misure condivise con le associazioni di categoria che si sono aperte al confronto con noi. Non potevamo non intervenire poiché il turismo italiano è il settore che risulta più penalizzato dalla diffusione di questo insidioso virus. Ad un primo calcolo, le cancellazioni delle prenotazioni incoming paiono non fermarsi alle festività pasquali ma addirittura si estenderebbero ai mesi di giugno e luglio, così come risultano azzerate le nostre partenze verso mete estere; completamente cancellati, poi, il turismo scolastico e quello congressuale e i loro relativi e preziosissimi indotti. Di colpo, un'intera filiera che parte dalle agenzie di viaggi, dai tour operator, passando per taxisti ed agli Ncc, fino ad arrivare agli hotel e B&B e alle realtà della ristorazione è stata travolta dalla paura del contagio e dalla propagazione del virus. Locali pubblici, piccole e grandi realtà produttive non solo delle aree rosse ma in tutta Italia, legate anche ai numerosi ed ammirati eventi gastronomici che il nostro Paese sa offrire, improvvisamente in grande difficoltà. Per uscire da questo pesante quadro, serve la collaborazione più ampia di tutti; confido quindi che il ministro del Turismo comprenda ciò lavorando con tutte le forze politiche, così come con l'Enit e il Ministero degli Esteri per promuovere un messaggio capace di ricordare come il nostro Paese sia accogliente ed affidabile, per tornare presto meta amata dai viaggiatori di tutto il mondo". 

Senatore della Lega Gian Marco Centinaio, già ministro delle Politiche Agricole e del Turismo.

Sen. Gian Marco Centinaio 

_______________________________

Coronavirus: Senatore De Poli (Udc), turismo in ginocchio.

Governo intervenga con Fondo emergenza ammortizzatori sociali ed estensione agevolazioni fiscali Un Fondo di emergenza per il ricorso agli ammortizzatori sociali a livello nazionale, una campagna della Farnesina per tranquillizzare i mercati a livello internazionale, sospensione da versamenti e adempimenti tributari e previdenziali per le regioni danneggiate dall'emergenza anche al di fuori dalle 'zone rosse', una moratoria sui mutui  e risorse adeguate e importanti per il FIS (Fondo integrativo salariale) che è fondamentale per il comparto termale". Sono alcune delle richieste avanzate dal senatore UDC Antonio De Poli al Governo sulle misure da adottare per affrontare l'emergenza economica del Coronavirus. "Secondo uno studio di Confturismo Federalberghi - sottolinea De Poli - solo nei prossimi due mesi si rischia di perdere in Italia 40 milioni di presenze, ovvero 21 miliardi di fatturato. E' un problema di stampo nazionale e che non riguarda solo il Veneto che è terza regione turistica d'Italia e, secondo queste previsioni, perderà 8 miliardi. E' doveroso che il Governo prenda le giuste misure al più presto: serve una manovra ad hoc per limitare gli effetti economici di questo contagio. C'è un problema, certamente, di immagine a livello internazionale. E' fondamentale che il Governo e, in modo particolare, la Farnesina agisca presso gli altri Paesi esteri per promuovere l'Italia come un Paese sicuro dove la sanità funziona e proprio per questo motivo i casi emergono. Solo in Veneto sono stati eseguiti 4000 tamponi, ad esempio", continua De Poli che, a proposito dell'allarme lanciato dagli albergatori dei Colli Euganei, annuncia: "Presenterò oggi stesso un'interrogazione parlamentare indirizzata al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, affinché intervenga urgentemente presso l'INPS sul FIS, Fondo integrativo salariale. La situazione che stanno vivendo i nostri hotel è drammatica. Meno prenotazioni vuol dire meno dipendenti e, dunque, meno lavoro. Il Governo intervenga subito".

 _______________________________

Coronavirus: Lega, soddisfazione per richieste Abi a governo

Senatore Ugo Grassi

Coronavirus: Lega, soddisfazione per richieste Abi a governo (ANSA) - ROMA, 28 FEB –

 "Esprimiamo soddisfazione per la decisione del Comitato di Presidenza dell'ABI di richiedere al Governo, e alle autorità europee, di sospendere fino ad un anno il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti per le micro, piccole e medie imprese che, al momento della richiesta, si trovano "in bonis", e conseguentemente sospendere l'applicazione delle definizioni di "default" per l'individuazione dei crediti scaduti". Lo dichiarano in una nota congiunta i membri del team economico della Lega, composto da Alberto BAGNAI, Massimo Bitonci, Claudio Borghi, Claudio Durigon, Dario Galli, Massimo Garavaglia, Alberto Gusmeroli e Armando Siri. "Questa facoltà, prevista dall'Accordo per il Credito 2019 sottoscritto fra l'ABI e le principali associazioni imprenditoriali, riflette la proposta fatta dalla Lega il 25 febbraio scorso. Sono misure essenziali per venire incontro al tessuto produttivo del Paese, messo a dura prova dalla crisi indotta dal deterioramento del quadro economico, ma anche allo stesso sistema bancario. In assenza di interventi, ritardi nei pagamenti superiori

ai 90 giorni costringerebbero le banche a segnalare le imprese e procedere ad accantonamenti automatici, attivando una spirale perversa di restrizioni sul credito. La Lega esorta il Governo a prendere in seria considerazione questa apertura proveniente dal mondo bancario e a difenderne lo spirito e la sostanza nelle sedi europee, chiedendo le necessarie deroghe ai regolamenti di vigilanza. Chiediamo anche al Governo una attenta valutazione delle nostre richieste di sospensione degli ISA e del Codice crisi d'impresa, la cui introduzione in un contesto così fragile espone l'economia del Paese a seri rischi".- Comunicato stampa  ANSA  ripreso dalla pagina facebook del Senatore Ugo Grassi

_______________________________

Coronavirus, via libera al decreto con le misure economiche urgenti | C'è anche la norma "salva-anno scolastico" da TGCOM24 

https://www.tgcom24.mediaset.it/economia/coronavirus-via-libera-al-decreto-con-le-misure-economiche-urgenti_15472770-202002a.shtml

 -  Le misure per il turismoNel testo ci sono poi le prime misure relative a tutto il Paese che mirano a sostenere le aziende del turismo con la sospensione dei tributi previdenziali e delle ritenute fiscali. È una "prima risposta immediata", spiega il ministro Gualtieri annunciando però altri provvedimenti.  "L'Italia resterà un grande attrattore del turismo per sempre - assicura il ministro Franceschini - credo che ci sarà un ritorno molto veloce del turismo interno e dovremo lavorare perché ci sia anche un ritorno il più veloce possibile del turismo internazionale".

 _______________________________

 Dal sito ufficiale del Governo 

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 33

29 Febbraio 2020

Il Consiglio dei Ministri si è riunito venerdì 28 febbraio 2020, alle ore 20.53 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro.

Leggi su : http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-33/14204

 _______________________________

Coronavirus, a Firenze alberghi deserti. In sette chiudono: "E ora aiutateci"

Chiesta la sospensione di sei mesi per gli sfratti dovuti a morosità. In crisi anche locali e ristoranti

https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/coronavirus-hotel-1.5051797

_________________________________________________________

Virus, affitti brevi e hotel: ecco chi ha diritto a rimborso e cancellazione

Le piattaforme come Booking e Airbnb hanno messo a punto diverse norme straordinarie cui attenersi per il rimborso e la cancellazione delle prenotazioni

https://www.ilgiornale.it/news/economia/virus-affitti-brevi-e-hotel-ecco-chi-ha-diritto-rimborso-e-1833950.html