Incrocio dei dati fiscali per le Locazioni Turistiche e Locazioni Brevi e le Strutture Ricettive: COSA COMPORTA?

2021, L’ANNO CHE VERRA’

 

di Sergio Lombardi

 

Nell’augurare a tutti i Soci ANBBA e ai lettori un sereno 2021, vi annuncio di essere entrato a far parte del Comitato Tecnico-Scientifico dell’ANBBA.

Con il mio aiuto, l’ANBBA sarà ancora più attiva nell’individuare, interpretare e segnalare le norme e regole che riguardano le attività extralberghiere.

La prima novità che vi segnalo è quella dell’incrocio dei dati fiscali, notizia passata in secondo piano, ma che riguarda tutte le strutture extralberghiere, imprenditoriali o no, e anche le locazioni turistiche.

INCROCIO DEI DATI FISCALI PER LE LOCAZIONI BREVI E STRUTTURE RICETTIVE: COSA COMPORTA?

Via ai controlli sui redditi degli host e sulla city tax. Approvate dopo un anno e mezzo di attesa le regole sull’incrocio dei dati fiscali nell’extralberghiero. Coinvolti anche i Property Manager e gli altri intermediari.

L’incrocio dei dati avverrà a partire dall’anno 2020 fra gli archivi di Alloggiati Web e quelli dell’Agenzia delle Entrate e dei Comuni con imposta di soggiorno e riguarda tutte le strutture ricettive, alberghiere ed extralberghiere, oltre che le locazioni brevi. Probabile che successivamente siano verificate annualità precedenti (2019 e precedenti).

Le comunicazioni dei dati degli ospiti verranno confrontate con i versamenti e le comunicazioni periodiche e annuali dell’imposta di soggiorno (Modelli 21), e con le dichiarazioni dei redditi e Iva.

Mentre per l’imposta di soggiorno è più immediata la correlazione fra ospiti e tasse, per i redditi e per l’Iva dichiarati saranno più evidenti le situazioni di dichiarazione omessa del tutto, o senza i quadri relativi agli incassi turistici, o con differenze importanti fra volumi di ospiti e redditi e Iva dichiarati.

Niente vieta comunque all’Agenzia delle Entrate di chiedere ad ogni contribuente il dettaglio dei redditi dichiarati nelle situazioni dubbie, o di avviare accertamenti bancari, che potrebbero mostrare redditi non dichiarati, visto che la maggior parte delle OTA paga attraverso bonifici bancari.

Continua su Extralberghiero.it

https://www.extralberghiero.it/incrocio-dei-dati-fiscali-per-le-locazioni-brevi-cosa-comporta/1447/

Evidenza: evidenza

Data: 13/01/2021