REGIME FORFETARIO : le modifiche in corso di approvazione incentivano il nero

Lotta al sommerso vanificata dall’esclusione dal regime forfetario di pensionati e lavoratori dipendenti

con redditi di lavoro e/o assimilati superiori a 30 mila euro.

La riduzione di un anno dei tempi di accertamento, inoltre, non sarà sufficiente a spingere i forfetari verso la fattura elettronica

 

Lotta al sommerso vanificata dall'esclusione dal regime forfettario di pensionati e lavoratori dipendenti con redditi di lavoro e/o assimilati superiori a 30 mila euro. La riduzione di un anno dei tempi di accertamento, inoltre, non sarà sufficiente a spingere i forfetari verso la fattura elettronica ma la spinta auspicata deriverà dall'introdotto invio telematico dei corrispettivi, obbligatorio a breve anche per questi micro contribuenti. Queste le eccezioni mosse dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec) alle modifiche (art. 88 del disegno di legge di bilancio 2020 - atto) introdotte nel regime forfetario, di cui ai commi da 54 a 89, dell'art. 1 della legge 190/2014, nel corso della recente audizione (11/11/2019) sul bilancio di previsione 2020 (atto senato n. 1586), in presenza congiunta delle due commissioni bilancio. ..................

Continua a leggere  su :

 

  

Clicca 

Evidenza: evidenza

Data: 15/11/2019