La proposta di una super IVA sul Turismo ??? - Tassa sui contanti !!!

SUPER IVA SUL TURISMO

“Proposta indecente”

«Un incubo di una notte di fine estate”

Nuovo governo  e prime preoccupazioni per il settore del turismo, soprattutto riguardo al tema tasse. Il neo ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, starebbe infatti vagliando varie ipotesi per contrastare l’aumento dell’Iva. Tra queste – secondo il quotidiano La Repubblica – ci sarebbe una proposta del M5S di aumentare l’aliquota solo su alcuni settori e solo per i pagamenti in contanti (detto aumento selettivondr).

Dal prossimo 1° gennaio, infatti, l’idea sarebbe quella di passare dal 10% al 23% di imposta Iva per i clienti che pagano in contante nel settore ristorazione, alberghi e manutenzione della casa. Chi paga in maniera tracciabile (bonifici, pagamenti digitali e con carta, ndr) dovrebbe subire sempre una imposta al 23%, ma usufruendo di un meccanismo di rimborso dell’Iva pagata in più, nell’ordine di un 10-15% della spesa complessiva. Rimborso che verrebbe dato sotto forma di credito d’imposta, mentre per gli incapienti ci sarebbe una sorta di meccanismo di ristoro monetario.

Da :  https://www.lagenziadiviaggi.it/super-iva-nel-turismo-allarme-tra-gli-albergatori/

Questo progetto ha suscitato un’alzata di scudi da parte di molti esponenti di Federazioni e di Confederazioni fra cui il  direttore generale di Federalberghi, Alessandro Nucara che su Twitter ha commentato così la proposta: «Se il buongiorno si vede dal mattino, allora si può dire che iniziamo male, molto male, malissimo! Aumentare l’Iva sui servizi alberghieri e della ristorazione significherebbe mandare fuori mercato le imprese del turismo e affossare la capacità competitiva del sistema Italia».

Il  presidente di Federalberghi del Veneto, Marco Michielli  che ha definito questa proposta  «un incubo di una notte di fine estate.

 

************

 

Da https://quifinanza.it/fisco-tasse/aumento-iva-solo-per-chi-paga-in-contanti-la-proposta-m5s/306818/

 

9 settembre 2019 – Il M5s mette sul tavolo la propria proposta contro l’evasione fiscale, che si accompagna alla necessità di sterilizzazione degli aumenti IVA previsti dalle clausole di salvaguardia. In sostanza si prevederebbe  l’aumento dal 10 al 23 per cento dell’IVA per i settori a maggior rischio di evasione, come ad esempio ristorazione, alberghi e manutenzione della casa. Questo aumento sarebbe sostenuto solo dai consumatori che pagano in contante al ristorante o in albergo, mentre per chi paga con carta di credito o con altri strumenti elettronici entrerebbe in vigore un meccanismo di rimborso, un cashback, dell’IVA pagata in più.

Il consumatore finale – si legge su La Repubblica – troverebbe il rimborso, pari al 10-15 per cento della spesa complessiva, nel suo cassetto fiscale, sotto forma di credito d’imposta mentre per gli incapienti sarebbe previsto un meccanismo di ristoro monetario. Nel pacchetto anche l’idea di condizionare il maggior numero di deduzioni e detrazioni all’utilizzo dei mezzi di pagamento elettronico (spese mediche e veterinarie).  …... etc

************

Per tutti coloro che vogliono approfondire  la materia e capire qualcosa su questo spauracchio dell'aumento dell'IVA e delle famigerate NORME DI SALVAGUARDIA ,  si invita e leggere il tutto su questo sito dove è stato spiegato chiaramente ciò che è successo dal suo inizio ad oggi. Leggi su :

https://www.money.it/clausole-di-salvaguardia-aumento-IVA-cosa-sono-chi-ha-introdotto

 

************

La nostra Associazione , che  fa  parte della grande Casa di Confturismo,  non fa altro che unirsi alle proteste per questa assurda quanto dannosissima proposta che va contro corrente a quelle che dovrebbero essere le linee guida del turismo che  , oltre ad effetti altamente negativi sul comparto , va in controtendenza alle aspettative del settore che sperava dall'opera di cambiamento del "primo Governo ..." che aveva iniziato bene con indirizzi nuovi di riassetto, sia organizzativo , che operativo. Il tutto  finirebbe nel nulla , anzi peggio,   della serie  : INDIETRO TUTTA !!! Che sembrerebbero gli orientamenti di questo nuovo : corso della politica. Purtroppo la tecnologia a volte fa dei brutti scherzi e il navigatore spesso va in tilt e stenta a riposizionarsi perché non sa se indicare , una volta arrivato a una ROTONDA , quale  sia l’uscita  : la seconda a sinistra ,  seconda uscita o…  la prima a diritto : prima uscita ?  La speranza è che  non indichi la terza uscita che è una stradella sterrata e piena di buche dove spesso molti sassi appuntiti possono forare le gomme - Lo sapremo presto se  dal SATELLITE … arriverà il segnale !!!   

 

 

 **********

Tassa sui contanti, il regalo del governo alle banche:

con carte e bancomat incassano commissioni fino al 9%

 

Leggi su 

 

 

Clicca 

 

 

 

Data: 15/09/2019