La Camera approva la Legge delega sul Turismo

Aggiornamento 13/07/2019

E’ stata approvata alla Camera la legge Delega al Turismo

Comunicato stampa 

“Oggi è un giorno importante per il Turismo italiano. E’ stata approvata alla Camera la legge Delega al Turismo che contiene importantissimi emendamenti, fondamentali per tutto il settore, da troppi anni senza una visione strategica e programmatica all'altezza. Grazie al lavoro portato avanti dal mio Ministero, all'impegno profuso e agli spunti di riflessione dei colleghi in Parlamento e della relatrice e capogruppo in commissione Attività produttive, on. Giorgia Andreuzza, l’Italia si potrà finalmente dotare di una legge sul turismo che darà uno slancio concreto a quello che ritengo essere uno dei settori più importanti del nostro Paese e concretizzare quanto fatto tutti insieme in questi mesi”.  E’ quanto dichiara il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Sen. Gian Marco Centinaio. “Abbiamo deciso di guardare alle categorie deboli, al territorio, in tutte le sue declinazioni, alle radici, solo per citare alcuni provvedimenti, per poter dare un indirizzo specifico e non più astratto a tutto il comparto. Il turismo accessibile, il turismo rurale, il turismo sanitario e termale, il turismo esperienziale, l’itti turismo, e il turismo delle radici, potranno ciascuno rispondere a esigenze, caratteristiche e peculiarità di ciascun viaggiatore, senza lasciare più nulla al caso. In meno di un anno abbiamo portato a casa il codice identificativo, la carta del turista, la tax credit” - continua il Ministro Centinaio, - “stiamo continuando a lavorare su importanti accordi di promozione internazionale, abbiamo rilanciato l’Enit, oggi è la volta della legge delega sul turismo. Continuiamo a lavorare con serietà per portare a casa provvedimenti concreti, non vuote promesse, che porteranno il turismo, a diventare sempre di più uno dei settori trainanti del sistema Italia”.

______________________________

Sergio Lombardi scrive 

Con 398 favorevoli, 291 contrari e 107 astenuti, il DDL Delega Turismo (C. 1698) è stato approvato dalla Camera ieri, 10 luglio 2019, e verrà a breve trasmesso al Senato per proseguire il suo iter. Il testo approvato è il 1698-A, disponibile a questo link sulla pagina della Camera dei Deputati.  Oltre all’encomiabile impulso al turismo accessibile, “sviluppare il modello di turismo accessibile, inteso come sistema integrato di offerta turistica in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle persone meritevoli di maggiore tutela, fra cui quelle delle persone con disabilità, delle famiglie numerose, degli anziani e dei giovani, attraverso progetti e programmi che agevolino l’accesso all’esperienza turistica indipendentemente dalle condizioni personali, sociali ed economiche” (art. 1, c. 2, lett. l), il testo approvato ha due elementi significativi: non contiene l’emendamento anti-locazioni brevi a Venezia, bocciato oggi in aula, che prevedeva forti restrizioni alle attività di locazione, come aveva proposto il Deputato Pellicani: “prevedere la possibilità di subordinare la locazione di breve periodo di alloggi per uso turistico alla concessione di una licenza comunale. Il comune di Venezia, sentita la regione Veneto, stabilisce con propria deliberazione, annualmente, il numero di licenze comunali a disposizione e i criteri per la relativa assegnazione”; mantiene la delega al Governo a definire il criterio di imprenditorialità, tema molto delicato per le attività di locazione turistica, che abbiamo approfondito in questo recente articolo. Dalle relazioni dei Deputati e da altre dichiarazioni dei maggiori operatori del settore turistico, si avverte il chiaro intento di limitare in questo modo l’attività delle locazioni turistiche, imponendo limiti temporali, di fatturato, di numero di prenotazioni, o altri ancora. Da segnalare sull’argomento riforma turismo, la richiesta al Ministro Centinaio delle associazioni Prolocatur, Host Italia e Host+Host di essere auditi sul tema della banca dati delle strutture ricettive e delle locazioni brevi. 

________________________

Data: 13/07/2019