REGOLAMENTO LOMBARDIA Strutture ricettive non alberghiere

REGIONE LOMBARDIA

Pubblicato il regolamento attuativo delle strutture ricettive non alberghiere in data 5 agosto 2016 e pubblicato sul supplemento del bollettino regionale n.32  dell' 8/08/2016 

Si tratta di approvazione da parte della Giunta che diventerà ufficiale solo dopo che lo avrà approvato il Consiglio.

 

Ecco cosa è scritto sul sito ufficiale della Regione 

Attenzione per le Case Vacanze leggete le FAQ pubblicate dalla Regione

 

 

Scarica direttamanete dal sito 

  

Scarica in formato pdf  

ATTENZIONE

 Le locazioni turistiche non sono annoverate fra le strutture ricettive extra-alberghiere (come è giusto che sia così) e quindi non menzionate , sia nella legge regionale,  che nel Regolamento attuativo,  tuttavia la legge regionale del'1 ottobre 2015 nel'articolo 38 comma 8 prescrive gli adempimenti a cui esse debbano essere soggette :
Comma 8 - Tutte le strutture ricettive alberghiere e non alberghiere, compresi gli alloggi o porzioni degli stessi dati in locazione per finalità turistiche ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431 (Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo), sono tenuti, oltre al rispetto delle vigenti normative in materia fiscale e di sicurezza previste dalla normativa statale vigente, alla comunicazione dei flussi turistici e all'adempimento della denuncia degli ospiti in base alle indicazioni dell'autorità di pubblica sicurezza.

 

 

 

Attività ricettiva non alberghiera

 

Le aziende non alberghiere si distinguono in:

  1. a) case per ferie: strutture attrezzate per il soggiorno di persone o gruppi gestite da enti, associazioni e fondazioni operanti senza fine di lucro, cui possono accedere solo i dipendenti delle stesse e i loro familiari
  2. b) ostelli per la gioventù: strutture attrezzate per il soggiorno, prevalentemente di giovani, di competenza della Direzione Sport e politiche per i Giovani di Regione Lombardia.
  3. c) foresterie lombarde: strutture gestite in forma imprenditoriale che forniscono alloggio ed eventualmente servizi complementari, compresa alimenti e bevande, in non più di 6 camere con un massimo di 14 posti letto
  4. d) locande: strutture ricettive complementari all'esercizio di somministrazione di alimenti e bevande, esercitate in non più di 6 camere con un massimo di 14 posti letto
  5. e) case e appartamenti per vacanze: strutture che forniscono alloggio ed eventualmente servizi complementari in unità abitative, o parti di esse, con destinazione residenziale , composte da uno o più locali arredati e dotati di servizi igienici e di cucina e collocato in un unico complesso o in più complessi immobiliari.
  6. f) bed & breakfast: attività a conduzione familiare svolta in maniera non continuativa, per la fornitura di alloggio e prima colazione in non più di 4 camere con un massimo di 12 posti letto
  7. g) rifugi e bivacchi: di competenza della Direzione Sport e politiche per i Giovani di Regione Lombardia.
  8. h) strutture all'aria aperta: comprendono campeggi (ospitalità offerta prevalentemente in piazzole attrezzate alla sosta e al rimessaggio di tende o altri mezzi di pernottamento mobili di proprietà di turisti), villaggi turistici (ospitalità offerta prevalentemente in allestimenti messi a disposizione dal gestore e costituiti da unità abitative fisse o mobili) e aree di sosta (esercizi riservati esclusivamente alla sosta e al parcheggio di autocaravan e di caravan omologati, con piazzole dotate dei servizi di alimentazione elettrica e di scarico delle acque reflue).

 

La Giunta Regionale ha approvato il regolamento 5 agosto 2016 n. 7 "Definizione dei servizi, degli standard qualitativi e delle dotazioni minime obbligatorie degli ostelli per la gioventù, delle case e appartamenti per vacanze, delle foresterie lombarde, delle locande e dei bed and breakfast e requisiti strutturali ed igienico - sanitari dei rifugi alpinistici ed escursionistici in attuazione dell’art. 37 della legge regionale 1 ottobre 2015, n. 27 (Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo)”

 

Fino all’entrata in vigore di nuovo regolamento restano vigenti:

- regolamento n. 2/2011 – case per ferie e ostelli
- regolamento n. 2/2003 – strutture ricettive all’aria aperta

 

 

Scarica il Regolamento in pdf